Cosa vedere sull’Isola di Pasqua

Risparmia sul tuo viaggio a Patagonia

Si trova a più di 3700 km dal Cile e cattura l’immaginazione di molti viaggiatori con il suo passato misterioso ed enigmatico. Con un incredibile terreno vulcanico e impressionanti siti archeologici, l’Isola di Pasqua offre ai viaggiatori un’avventura unica, ricca di storia e di avventura. Qui ti mostriamo come sfruttare al meglio questa affascinante destinazione, raccontandoti cosa vedere sull’Isola di Pasqua.

Cosa vedere sull’Isola di Pasqua

Visita le statue Moai

Statue Moai
Statue Moai

L’icona più famosa dell’Isola di Pasqua sono le statue Moai. Antiche incisioni su roccia vulcanica di volti e persone.

Si sa che più di 1200 anni fa, I marinai sbarcarono sull’Isola di Pasqua e, col tempo, iniziarono a scolpire queste statue nella roccia. Non si sa esattamente perché i primi occupanti fossero così ossessionati dalla creazione di queste statue, ma oggi rimangono una delle opere d’arte più incredibili e riconosciute al mondo.

Molti Moai sono stati abbattuti e danneggiati durante le guerre tribali sull’isola, quando la terra ha iniziato a scarseggiare di alberi e di risorse importanti per la sopravvivenza. Puoi vedere molti Moai ancora in piedi, mentre altri resti di statue si trovano a terra.

Guarda gli antichi petroglifi

Petroglifi dell'Isola di Pasqua
Petroglifi dell’Isola di Pasqua

Oltre ad avere una predilezione per l’intaglio di statue di teste nella roccia vulcanica, gli abitanti di Rapa Nui crearono anche molte altre opere d’arte, che possono essere ammirate ancora oggi sull’isola. Questi antichi petroglifi non sono visibili come i Moai, ma fanno comunque parte della misteriosa e interessante vita dei primi isolani.

Ci sono vari disegni e motivi, dai volti alle raffigurazioni e ai luoghi di rituali speciali e tradizioni religiose. Un sito, noto come Papa Vaka, contiene disegni legati al mare.

Escursioni su un vulcano – Cosa vedere sull’Isola di Pasqua

Se vuoi sapere cosa vedere sull’Isola di Pasqua, non puoi perderti il paesaggio vulcanico.

Il vulcano Terevaka è il punto più alto di Rapa Nui, a soli 507 metri sul livello del mare, ma la sua cima offre una spettacolare vista a 360 gradi del territorio. Rano Raraku è il cratere che si trova sulle pendici inferiori di Terevaka e offre un paesaggio straordinario e drammatico sullo sfondo del vasto oceano, evidenziando l’isolamento di questa antica terra.

Assisti a una danza tradizionale

Tapati Rapa Nui Portada Cosa vedere sull'Isola di Pasqua
Danza tradizionale, Isola di Pasqua

Simile agli stili polinesiani, la musica e la danza dell’Isola di Pasqua sono un aspetto affascinante della vita locale. Esistono diverse danze tradizionali, la maggior parte delle quali vede il ballerino indossare un elaborato copricapo. Alcune danze sono simili alle tradizionali danze di guerra tribali, mentre altre, come l’Ula Ula, sono danze di coppia più provocanti e sensuali. Ula Ula Ula Ula, è una danza di coppia più provocante e sensuale.

Visita la chiesa cattolica di Rapa Nui

Fino a poco tempo fa, la Chiesa cattolica era l’unica chiesa dell’Isola di Pasqua. La chiesa è un esempio di ciò che può accadere quando le antiche tradizioni tribali e la mitologia si mescolano con la religione moderna.

La chiesa è un edificio colorato che presenta arte e icone del popolo Rapa Nui, pur incorporando l’iconografia cattolica tradizionale e l’arte devozionale. Anche il prete indossa un copricapo tradizionale Rapa Nui.

I cattolici rigorosi non sono necessariamente d’accordo con la mescolanza della cultura tribale nativa con il cattolicesimo, ma è possibile che il cristianesimo non si sia diffuso qui se avesse bandito tutte le credenze native.

Visita la spiaggia di Anakena – Cosa vedere sull’Isola di Pasqua

31069135783 0af00b1484 c Cosa vedere sull'Isola di Pasqua
Spiaggia di Anakena, Isola di Pasqua

Anakena Beach è un’idilliaca spiaggia di sabbia corallina bianca ideale per nuotare. La spiaggia è decorata con alberi di cocco portati da Tahiti qualche decennio fa. Oltre alla spiaggia, il sito ospita diversi siti archeologici e piattaforme Moai.

Visita il villaggio di pietra di Orongo

Villaggio di pietra di Orongo
Villaggio di pietra di Orongo

Non puoi andare molto lontano sull’Isola di Pasqua prima di imbatterti in un’altra parte affascinante e intrigante della storia. Orongo è conosciuto come Stone Village ed era un villaggio cerimoniale durante l’epoca dell’Uomo Uccello. Il culto dell’uomo uccello aveva bisogno di un leader, quindi il popolo propose una competizione diretta per determinare il prossimo anziano: tuffati dalle scogliere di Orongo e nuota verso un’insenatura per cercare il primo uovo di sterna fuligginosa della stagione. L’uomo che riusciva a portare l’uovo a Orongo veniva incoronato leader per l’anno successivo.

Le case di questo villaggio sono tutte in pietra, costruite per resistere ai forti venti e alle burrasche di questa parte esposta dell’isola. Molte delle case si sono deteriorate nel corso degli anni, ma tutte sono state restaurate negli anni Settanta.

Immersioni e snorkeling

Grazie alla sua posizione remota, l’Isola di Pasqua offre ai subacquei un’esperienza subacquea da sogno. L’acqua è limpida, con una visibilità fino a 60 m in una giornata di calma. L’inquinamento è minimo a causa della popolazione isolata e della mancanza di alghe. Uno dei punti salienti delle immersioni sull’Isola di Pasqua è la visita a una statua Moai sommersa, anche se sembra che sia stata collocata lì in tempi più moderni, anziché cadere in mare a causa di un antico scontro tribale.

Guarda l’alba a Tongariki – Cosa vedere sull’Isola di Pasqua

Alba ad Ahu Tongariki
Alba ad Ahu Tongariki

L’alba ad Ahu Tongariki è uno dei luoghi più conosciuti dell’Isola di Pasqua, in quanto ospita il sito dei 15 Moai. Queste statue sono allineate, rivolte verso l’interno, come tutti i Moai. Questo luogo è la gioia dei fotografi, poiché il sole sorge direttamente dall’orizzonte e illumina queste magnifiche statue antiche con una luce dorata.

Articoli correlati

Circa l'autore

Sono Matias, nato in Patagonia e amante della mia terra.

Da oltre 20 anni aiuto i viaggiatori stranieri a organizzare il loro viaggio in Patagonia.

Anche gestisco questo alloggio esotico sulla costa atlantica.