El Chalten

La Capitale del Trekking

Inicio » Patagonia » El Chalten

El Chaltén è stata fondata tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80 come avamposto in Argentina per anticipare le rivendicazioni di terre del Cile per quella zona. Rimane una piccola città che è meglio conosciuta per essere la porta d’accesso al Monte Fitz Roy e al Cerro Torres, due delle vette più ripide e impressionanti delle Ande della Patagonia.

El Chaltén è la città più giovane dell’Argentina. Situata tra il Monte Fitz Roy e il Cerro Torre, questa città di Santa Cruz è un paradiso per gli appassionati di trekking e alpinismo.

{ "slotId": "4586656274", "unitType": "responsive", "pubId": "pub-8367890711374043", "resize": "auto" }

A sud-ovest della provincia argentina di Santa Cruz, si trova la città di El Chaltén, che è la più giovane del paese e ha una popolazione stabile di 300 abitanti. Negli ultimi anni El Chaltén è diventato un centro turistico in continua crescita, grazie alla sua posizione privilegiata tra il Monte Fitz Roy e il Monte Torre, le due vette più alte della regione.

El Chaltén è la città più vicina al Campo de los Hielos Patagónicos. Il suo nome è dovuto ai primi coloni indigeni – gli Aonikenk, un sottogruppo dei Tehuelches – che chiamarono il Monte Fitz Roy El Chaltén (nella loro lingua chaltén significa “montagna blu” o “montagna fumante”).

Per gli appassionati di alpinismo e trekking, El Chaltén è una meta imprescindibile: sia la cascata Chorrillo del Salto, il Monte Fitz Roy (3.441 m di altezza) che il Cerro Torre (3.128 m) hanno sentieri per escursioni o da scalato. Ci sono altri attraversamenti, di minore importanza ma altrettanto belli, come il Lago del Desierto, il Lago Viedma e il Lago San Martin.

Dov’è El Chalten

El Chaltén è un comune di non più di 1.500 abitanti, situato nella provincia argentina di Santa Cruz, che dispone di alloggi per i viaggiatori. L’offerta per avventurarsi nel trekking è molteplice, sebbene i sentieri siano allestiti sulla base delle due vette più alte della regione: il Monte Fitz Roy e il Monte Torre.

Mappa di El Chalten

Perché è la capitale del trekking

Quando si parla di trekking (in versione breve), la Laguna Capri è una delle mete possibili, con posti allettanti dove accamparsi in riva al mare e una magnifica vista sull’intero Fitz Roy. Un’altra opzione è andare a Chorrillo del Salto, una cascata alta poco più di 15 metri, situata sull’ultimo tratto del fiume Las Vueltas.

Se vuoi percorrere un percorso più lungo, puoi prendere uno dei due sentieri che si aprono a V da El Chaltén: la base del Monte Fitz Roy e la Laguna Torre. Sulla strada per il Fitz Roy, l’itinerario inizia al campeggio Madsen, da dove scende verso la valle del Chorrillo del Salto, un pianoro roccioso eroso dal vento. Occorrono altre tre ore di cammino per raggiungere il fiume Blanco e calpestare il terreno tanto atteso alla base del Monte Fitz Roy (3.441 metri). Se il viaggiatore desidera proseguire per altre due ore, può salire alla Laguna de los Tres -ai piedi della collina-, dove si trova uno scoglio con una vista privilegiata sulla Laguna di Sucia e sul ghiacciaio da cui sorge, circa 300 metri più in basso.

Le diverse escursioni permettono di ammirare le bellezze della flora e della fauna: lagune, cascate, fiumi che ricevono acqua dai ghiacciai e, ovviamente, colline. La diversità di questi paesaggi in cui convergono le foreste di lenga e ñire è invasa dagli animali tipici della regione: lepri, volpi rosse, puma e aquile nere.

Riconosciuta come la capitale argentina del trekking, la città di Santa Cruz di El Chaltén offre anche altri attraversamenti, come il Lago del Desierto, il Lago Viedma e il Lago San Martín.

Come arrivare a El Chaltén

Con il bus:

Da El Calafate: Gli autobus giornalieri impiegano 3 ore per percorrere i 222 chilometri su una strada completamente asfaltata.

Il prezzo degli autobus è di 1000 pesos a tratta (dicembre 2019).

I prezzi sono i seguenti: il biglietto di sola andata per El Chalten è di 1600 pesos, il viaggio di andata e ritorno è di circa 2000 pesos, il viaggio di andata e ritorno per El Chalten + ghiacciaio Moreno 2200 pesos (al 12/18 ).

Da Bariloche: Gli autobus percorrono la Route 40 attraverso un paesaggio desertico per lo più asfaltato che impiega circa 24 ore.

Lungo la strada, si fermano a El Bolsón, Esquel, Perito Moreno e Los Antiguos (12 ore per El Chalten).

In macchina:

Se vieni da nord, tieni presente che ad aprile 2016 circa 70 km della strada tra Gobernador Gregores e Tres Lagos sono ancora ghiaiosi (ghiaia) e principalmente in cattive condizioni.

Attraversa alcune colline, è molto ventoso e offre poco o nessun riparo dal vento. Soprattutto a causa della pioggia e della neve, un’auto 4WD ha avuto difficoltà a superare alcuni tratti di questa strada e alcuni ciclisti si sono sentiti molto male.

La stazione di servizio della città è una singola pompa installata sulla strada principale appena fuori città (all’interno di un container blu brillante con il simbolo YPF). È aperto dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 20 ore. Se hanno esaurito la benzina, è probabile che aspettino fino al giorno successivo non prima delle 10:00 l’arrivo di un camion di rifornimento (come la maggior parte delle stazioni di servizio nella metà meridionale della Patagonia).

Cosa fare a El Chalten

Il punto informazioni del parco nazionale (dall’altra parte del ponte, a circa 500 metri dalla stazione degli autobus) è molto utile con tutte le informazioni su trekking e attività.

Desert Lake.

Si raggiunge attraverso una strada sterrata solo andata (circa 37 km solo andata) che porta al remoto Lago del Desierto attraverso una meravigliosa valle lungo un fiume. Si possono fare facili passeggiate ed escursioni lì e godersi la pace e la tranquillità. modificare

Navigazione sul ghiacciaio Viedma

Navigazione sul lago Viedma e trekking sul ghiacciaio Viedma

La partenza è dal porto di Bahía Túnel (18 km da Chaltén).

La barca naviga lungo il fronte del ghiacciaio, al suo passaggio è possibile vedere grandi iceberg, cieli celesti e pareti che si innalzano a 40 metri sopra il livello del lago. Questo settore è il luogo ideale per colloqui informativi sulla glaciologia tenuti da guide esperte. Successivamente si sbarca sul promontorio roccioso antistante il Ghiacciaio Viedma per iniziare una breve passeggiata attraverso il terreno, che alcuni anni fa era occupato dal ghiacciaio. Dopo pochi minuti raggiungerai il bordo del ghiacciaio dove tutti i visitatori indossano i ramponi necessari per scalare il ghiacciaio. Il viaggio dura due ore e mezza sul ghiacciaio Viedma. Le guide di trekking si occupano della sicurezza del trekking e condividono le loro conoscenze sulla zona. Durante il percorso si possono trovare doline, anfratti e grotte. Durante l’escursione è prevista una sosta per il pranzo.

Navigazione sul ghiacciaio Viedma

Trekking a El Chalten

Questa zona è una mecca del trekking.

Definita la capitale del trekking, la cittadina di Santa Cruz di El Chaltén è il punto di partenza per avventurarsi sui sentieri del Monte Fitz Roy e del Cerro Torre, le due vette più alte della regione.

Trekking alla Laguna di Caprí

Si parte dal sentiero in fondo al paese, che inizia con una pendenza un po ‘ripida, che prosegue per 1h30’ su un dislivello di circa 350m, per accedere al primo belvedere. Da lì avrai la prima e spettacolare vista del Cerro Fitz Roy, affiancato dagli aghi Poicenot, Saint Exupéry, Mermoz e Guillaumet.

Dopo altri 15 minuti, arriverete al primo campo base di montagna di Montaña Capri, da dove si trova l’omonima laguna a pochi metri, con vista su montagne e foreste e sul Monte Fitz Roy. Durata: 1.45 h.

Trekking Laguna de los Tres

Trekking alla Laguna de los 3

Questa è l’escursione più classica e una delle più belle della zona, in quanto ci conduce ai piedi del mitico Monte Fitz Roy. Ci sono due modi per iniziare questo percorso, da El Pilar (20 km da Chaltén), che è quello che viene suggerito, o dallo stesso Chaltén, come seconda opzione:

Opzione che parte da El Pilar: Questo sentiero si trova a quasi 20 chilometri da El Chaltén, motivo per cui è necessario iniziare un trasferimento via terra, che può essere regolare o privato. I vantaggi di farlo da questo punto sono molteplici: è meno faticoso, poiché non c’è molta pendenza come quando si parte da El Chaltén; Il percorso non si ripete, poiché termina scendendo alla Laguna Capri e poi a El Chaltén; e permette di conoscere più paesaggi, come il ghiacciaio Piedras Blancas.

Da El Pilar, l’accesso al campo base del Río Blanco è consentito in modo più veloce e meno faticoso, in sole 2 ore di viaggio, in quanto è il percorso più breve e con poco dislivello. Oltre a godere della vista del ghiacciaio Piedras Blancas.

Il sentiero inizia con poche ondulazioni, che attraversa un bosco di lenga fino al belvedere del ghiacciaio Piedras Blancas, dove si raggiunge dopo solo 1 ora e 30 minuti di cammino. Da lì si può godere di una vista incredibile davanti al già citato ghiacciaio e alla sua laguna, situata ai piedi del monte Fitz Roy.

Poi ci sono solo 30 minuti di cammino per arrivare al campo Poicenot e altri 15 minuti per arrivare a Río Blanco. Qui inizia il già citato percorso di 1 ora. 15 ‘alla Laguna de los Tres, il belvedere del Monte Fitz Roy, con una vista impareggiabile sulla laguna e sul suo omonimo ghiacciaio con il massiccio del Monte Fitz Roy che emerge dal ghiaccio oltre i 2000 m di altezza.

Il ritorno al paese di El Chaltén si fa attraversando la Laguna di Capri e scendendo alla fine di questo percorso. Durata circa: 7 ore. Distanza totale: 21 km

Opzione che parte da El Chaltén: Per prima cosa si fa lo stesso che si va a Capri (vedi sopra), da questo punto si percorre il percorso più pianeggiante del percorso, in una zona di mallines e chorrillos per 1 ora. 30 ‘fino all’arrivo al campo di Poincenot. In altri 15 minuti arriverete al campo Río Blanco, esclusivamente per alpinisti, da dove inizia il sentiero per il belvedere della Laguna de los Tres, con una pendenza ininterrotta di 1h 15 minuti. Si ritorna alla città di El Chaltén lungo lo stesso percorso. Durata circa: 8h 30´-9hs. Distanza totale: 25 km.

Trekking al ghiacciaio Piedras Blancas

Ghiacciaio Piedras Blancas

Il sentiero che parte da El Pilar, a 20 km da El Chaltén, quindi è necessario fare un trasferimento di sola andata e un altro di ritorno. Il trekking è breve, sviluppato per chi vuole fare una semplice passeggiata. Il sentiero costeggia il Río Blanco, attraversando boschi, si raggiunge il Belvedere del Ghiacciaio Piedras Blancas, con la sua laguna. Durata: 4 ore. io / v.

Trekking Piedra del Fraile

Il trekking parte dal ponte Río Eléctrico a 18 km da El Chaltén, è necessario un trasferimento di andata e ritorno fino a questo punto. Fino a El Fraile, è una passeggiata molto semplice senza dislivelli, Trasferimento in veicolo minibus, da El Chaltén al ponte Río Eléctrico (18 km), poi ci sono due ore di una dolce passeggiata attraverso le foreste di lengas, guadando piccoli ruscelli, fino ad arrivare a Piedra del Fraile, luogo dove il padre di Agostini fece base per le sue esplorazioni nella zona.

Da questo punto si ha una vista unica del Fitz Roy, la parete nord-ovest. La zona ha il Rifugio Los Troncos, dove si può bere qualcosa, e dispone anche di strutture per il campeggio. Trattandosi di un campo privato, qui è necessario pagare un biglietto d’ingresso, è bene che i passeggeri lo sappiano in anticipo. Distanza: 6 Km- (2 ore) Difficoltà: Facile

Trekking al Ghiacciaio del Pollone:

Per chi ha più energie, questo trekking prosegue verso il Ghiacciaio del Pollone (5 km. 2 ore). Camminerai lungo il fiume fino a raggiungere il lago Eléctrico, contemplando la parete nord del Fitz Roy e gli aghi di Mermoz e Guillaumet. Quindi la strada prosegue fino a vedere i ghiacciai Pollone e Fitz Roy Norte.

Laguna Torre Trek (punto panoramico del Cerro Torre)

Cerro Torre
  • 1: Torre Rafael Juárez
  • 2: Cerro Torre
  • 3: Torre Egger
  • 4: Punta Herron
  • 5: ago di Standhart
  • 6: Profilo dell’indiano
  • 7: ago a forcella
  • 8: Pachamama Tower
  • 9: Torre Achachila
  • 10: Torre Inti
  • 11: quattro dita
  • 12: Cupola Bianca

El Chaltén – Campo De Agostini – Laguna Torre: Questo è un altro dei trekking più classici della zona, che porta ad una delle montagne più belle e difficili del pianeta: il Cerro Torre. Il sentiero parte dal paese e risale il fiume Fitz Roy, con una leggera salita all’inizio, che poi prosegue con una tranquilla passeggiata raggiungendo il primo belvedere dopo 1h 30´.

Da lì avrai una bellissima vista del cordone del Cerro Torre, del Cordón de Las Adelas e di parte del massiccio del Cerro Fitz Roy. La strada prosegue con lievi ondulazioni avvicinandosi all’alveo, fino a raggiungere il bivacco De Agostini, dopo circa 45 minuti. Si prosegue per altri 10 minuti per arrivare, dopo aver attraversato le morene, alla Laguna Torre.

Da qui, la vista spettacolare del Cerro Torre, fiancheggiato dagli aghi Egger, Standhard e Bífida e del Cordón de las Adelas, con i suoi imponenti ghiacciai che si riversano nella laguna. Il ritorno a El Chaltén avviene per lo stesso percorso. Durata circa: 6 ore Distanza totale: 22 km.

Collina dell’ovile sdraiato

Questo sentiero inizia all’ingresso del paese, più precisamente al National Parks Information Center. È il trekking con le migliori viste panoramiche, dove si possono vedere le due colline principali: Fitz Roy e Torre, quella con le foreste più fitte. All’1.30 si raggiunge il primo belvedere, chiamato Pampa de las Carretas, da dove si ha la prima vista delle colline di Torre e Fitz Roy. Seguendo il sentiero, le viste panoramiche continuano, sono perfettamente visibili il Lago Viedma, la collina Huemul e il Paso del Viento con la valle del fiume Túnel, porta di uscita del Continental Ice. Poi, nell’ovile, vedute del fiume Fitz Roy, laguna, ghiacciaio e collina Torre; Laguna Madre e Hija, il Fitz Roy. Durata: 7 ore. Difficoltà: media. Distanza totale: 15 km.

Trekking alla Laguna e al ghiacciaio Huemul

Questo trekking inizia sulla punta meridionale del Lago del Desierto (40 km), quindi puoi fare un trasferimento di andata e ritorno da El Chaltén. È una salita di 45 minuti, con vista panoramica durante la risalita del Lago del Desierto e del Fitz Roy. Termina in un punto panoramico sulla laguna e sul ghiacciaio di Huemul. Qui devi pagare un ticket di accesso, poiché è un campo privato. Distanza: 2 km. Durata del viaggio di andata e ritorno: 1.45 h.

Tempo a El Chalten

Il tempo a El Chaltén è molto instabile.

Una delle ossessioni quando sei a El Chaltén è quella di poter prevedere il tempo nelle prossime ore o nei prossimi giorni.

Il Fitz Roy si vedrà o no? … In che giorno devo fare il trekking oggi o domani?

Puoi persino trovarti nei dintorni di alpinisti professionisti del Monte Fitz Roy in attesa di un clima migliore per attaccare la pista del Fitz Roy.

Il punto è che il tempo a El Chaltén come tutto il tempo in montagna è molto difficile da prevedere.

Se sei venuto qui percorrendo la Carretera Austral, potresti voler continuare e attraversare l’Argentina attraverso il valico di confine Roballos poco battuto e collegarti con la Route 40 all’altezza di Bajo Caracoles.

Tieni presente che questo valico è molto poco trafficato e dovresti controllare al confine prima di partire per assicurarti che sia aperto.

Altra precauzione da prendere è partire presto visto che dovrai percorrere qualche chilometro per raggiungere il prossimo alloggio in Argentina.

{ "slotId": "5935165452", "unitType": "responsive", "pubId": "pub-8367890711374043", "resize": "auto" }