Route 40 Argentina

Itinerario di viaggio 40 nella Patagonia argentina

Inicio » Argentina » Ruta 40

La Route 40 è uno dei tesori nascosti della Patagonia. Si tratta di percorrere strade poco battute dalla costa alle Ande.

Noleggiando un veicolo 4×4 e facendo segmenti giornalieri di non più di 300 KM per raggiungere gli alloggi rurali (soggiorni di campagna) dove ti aspettano. Questo è un programma per te se quello che stai cercando è:

{ "slotId": "4586656274", "unitType": "responsive", "pubId": "pub-8367890711374043", "resize": "auto" }

  • Guida per un totale di 1.500 KM (a intervalli non superiori a 300 KM)
  • Passeggiate a cavallo o passeggiate rurali.
  • Raggiungi la solitaria e ospitale Patagonia.
  • Incontra gente del posto.
  • Goditi la gastronomia argentina.
  • Visitare località turistiche ma anche NON turistiche.
  • Soggiorno in campagna

Quanti km ha il percorso 40

Con una lunghezza di 5.224 km che si estende su tutto il territorio argentino, la National Route 40 è l’autostrada nazionale più lunga in Argentina e un percorso di viaggio popolare se si dispone di un veicolo a noleggio e il tempo per percorrerlo.

L’estremità meridionale della Route 40 si trova sulla costa sud atlantica e l’autostrada va a nord seguendo le Ande fino a raggiungere Quiaca, al confine tra Argentina e Bolivia.

Passando attraverso una varietà di zone climatiche e paesaggi, percorrere l’intero percorso 40 è ancora un po ‘difficile in quanto alcune aree possono diventare difficili da raggiungere anche con un veicolo 4×4.

Gran parte della strada non è ancora asfaltata, puoi anche trovare sezioni in costruzione in cui i veicoli devono viaggiare su una pista temporanea di ghiaia (ghiaia) vicino alla strada principale.

Itinerari stradali lungo il percorso 40

Route 40 Patagonia mappa (Argentina)

Originariamente la Route 40 Argentina iniziò come collegamento tra alcuni luoghi scarsamente abitati nella zona strategica di confine con il Cile.

Oggi è un itinerario di viaggio popolare e famoso in tutto il mondo per la sua bellezza.

Da Ushuaia a La Quiaca

Vedi mappa
Ruta 40

È normale percorrere solo una parte del percorso a causa della sua grande lunghezza e delle condizioni difficili – un esempio di quest’ultimo è il valico di Abra de Acay, dove il sentiero sale a 4.972 metri sul livello del mare.

La Route 40 è stata modificata nel corso degli anni. Nel nord ci sono ancora dibattiti su quale delle strade sterrate (ghiaia) dovrebbe essere chiamata National Route 40.

A sud c’è ancora un tratto di 100 km tra Cabo Vírgenes e Río Gallegos. Pertanto, il punto finale più meridionale della Route 40 è a Punta Loyola, una piccola città portuale vicino a Río Gallegos.

Come pianificare un viaggio lungo la Route 40 Argentina

Dovresti pianificare almeno da 10 giorni a due settimane per il tuo viaggio sulla Route 40, anche di più se vuoi davvero goderti il percorso. Se hai fretta, la strada può essere percorsa in 8-10 giorni.

Tieni presente che per viaggiare in determinati luoghi come scalare l’Abra del Acay a nord e per percorrere alcune strade ranch a sud potresti aver bisogno di un veicolo fuoristrada.

Potrebbe esserci ghiaccio e neve che bloccano alcune strade durante l’inverno. Pertanto, la primavera, l’autunno e l’estate sono le stagioni migliori per il tuo viaggio sulla Route 40.

Non fidarti di te stesso quando guidi sulla Route 40

Come già accennato, alcune sezioni potrebbero richiedere un veicolo 4×4. Cerca sempre di partire presto per arrivare con luce naturale a destinazione e non percorrere tratti di più di 350 KM (se è ghiaia) o 500 (se è asfalto).

Non corri sulla Route 40 … ti diverti.

Riempi il serbatoio ogni volta che puoi, specialmente in Patagonia. Prima di tutto, non vi è alcuna garanzia che la prossima stazione di servizio avrà carburante disponibile, inoltre il terreno montuoso significa un consumo di carburante più elevato di quanto ci si potrebbe aspettare.

Itinerario 40:

Route 40 Patagonia

A causa della sua lunga lunghezza, questa è una parola che usiamo sempre in Patagonia per pianificare dove prendiamo la Route 40 per percorrere solo un segmento di essa.

Ci sono più punti di partenza, a seconda di dove vuoi iniziare il viaggio

Qui percorriamo un lungo itinerario da sud a nord partendo da Río Gallegos, provincia di Santa Cruz (puoi prendere un aereo da Buenos Aires a Río Gallegos e da lì noleggiare un veicolo a noleggio)


Segmento (Cabo Vírgenes) -Punta Loyola-Río Gallegos

Cape Virgins
Distanza: 37 km (quando la strada costiera sarà finita, saranno 137 km)
Fondo stradale: asfalto

Ci sono piani per estendere la Route 40 lungo la costa fino alla parte più meridionale della terraferma argentina fino a Cabo Vírgenes, sebbene all’inizio del 2011 non si fosse ancora materializzato nulla. Pertanto, il punto di partenza ufficiale della Route 40 è Punta Loyola, una piccola città portuale con alcune industrie e un relitto norvegese.

Loyola Point

È ancora possibile visitare il promontorio da una strada sterrata (ghiaia) che lascia l’autostrada 3. Lì inizia il sentiero di Magellano, e sullo stesso promontorio si trovano un faro e un posto di frontiera cileno.

Seguendo la baia, la strada entra nel 2 Río Gallegos, una delle città più grandi del sud dell’Argentina.

Viaggio Rio Gallegos-El Calafate
Distanza: 460 km
Fondo stradale: ghiaia (ghiaia) fino al “28 novembre”, poi asfalto fino a Tapi Aike, ghiaia (ghiaia) fino a RP 5, asfalto fino a Calafate.

L’autostrada 40 si sovrappone all’autostrada 3 per 35 km, quindi gira a ovest e segue la valle del Río Gallegos. Il prossimo nucleo urbano dista circa 235 km, a partire da 3

Ghiacciaio Perito Moreno

Il Turbio. È il più grande impianto dell’industria carboniera argentina, sebbene la produzione sia stata ridotta dagli anni ’90, quando fu colpita dalla crisi economica. Dopo la città del 4 novembre 28, l’autostrada gira a nord e si unisce alla Highway 5, con la quale si sovrapporrà fino a 5 Charles Fuhr.

Deviazione verso Torres del Paine

Da Río Turbio puoi fare una deviazione a Puerto Natales e poi andare al famoso Parco Nazionale Torres del Paine con le sue cime innevate.

Torres del Paine NP

Deviazione per El Calafate e Los Glaciares

El Calafate si trova a circa 32 km a ovest dell’autostrada, ma è l’unica grande città di questa regione e, come tale, la migliore alternativa per trovare un posto dove dormire.

La città è la porta del Parco Nazionale Los Glaciares, con i suoi ghiacciai e il suo paesaggio montuoso boscoso. La strada per il parco nazionale è completamente asfaltata.

Charles Fuhr-Perito Moreno
Distanza: 656 km
Fondo stradale: fino a Tres Lagos asfalto, poi più di 70 km di ghiaia (ghiaia) (possibilmente asfaltata), poi asfalto

Itinerari stradali lungo il percorso 40

Percorsi alternativi: Tra il Lago Cardiel e Riera c’è una scorciatoia che faceva parte del Percorso 40 ed è quasi 50 km più corto del percorso attuale. D’altra parte, l’attuale percorso attraverso Gobernador Gregores è asfaltato, ma la scorciatoia non lo è.

Dopo El Calafate la strada segue la sponda orientale del Lago Argentino, il secondo lago più grande dell’Argentina, e poi attraversa il Lago Viedma, il terzo più grande.

Deviazione di El Chaltén

A nord del lago Viedma c’è una strada laterale asfaltata che porta a El Chaltén.

La strada attraversa l’altopiano della Patagonia costituito da una dura steppa, alcune colline e alcune piccole valli verdi. È un brutto posto per avere problemi con la macchina in questo tratto di strada solitario.

El Chalten

L’unica città importante è Gobernador Gregores con circa 3.000 abitanti e una stazione di servizio, anche se la maggior parte delle persone la supera.

150 km a nord c’è un piccolo borgo “Bajo Caracoles” (100 abitanti).

Segue Perito Moreno, un paese con 4.000 abitanti e tutti i servizi necessari per una buona sosta, compresi i posti per mangiare e dormire, una banca, un supermercato e un distributore di benzina. Se guidi tra Los Glaciares e San Carlos de Bariloche, Perito Moreno si trova a metà strada, rendendolo un buon posto dove passare la notte.

Deviazione del Parco Nazionale Perito Moreno

Il Parco Nazionale Perito Moreno è accessibile da Tamel Aike, a 89 km dall’autostrada. Con infrastrutture rudimentali, questo potrebbe essere il parco nazionale più solitario dell’Argentina, ma questo significa anche che i paesaggi incontaminati di laghi e foreste possono essere goduti ai piedi delle Ande senza orde di turisti.

Deviazione della Grotta delle Mani

Da Bajo Caracoles si può raggiungere 8 Cueva de las Manos, uno dei siti archeologici più importanti della Patagonia. Deve il suo nome ai famosi dipinti di mani, anche se ci sono anche altre pitture rupestri. 44 km dall’autostrada.

Grotta delle mani patagonia

Segmento da Perito Moreno a Esquel
Paesaggio di strade a Esquel
Distanza: 512 km
Fondo stradale: asfalto

Il paesaggio è ancora desolato dopo Perito Moreno, ma dopo Río Mayo, a circa 110 km di distanza, la strada viene nuovamente asfaltata e si attraversano piccoli paesi: José de San Martín, Gobernador Costa e Tecka (quest’ultimo ha alcune attrazioni naturali) . Alla fine si raggiunge la città di Esquel; con 40.000 abitanti è la città più grande dai tempi di Río Gallegos.

Esquel non ha molti luoghi di interesse, ma la sua bellissima posizione ai piedi e la gamma di attività disponibili come trekking, mountain bike e sport invernali meritano una sosta.

Segmento Esquel-San Carlos de Bariloche
Distanza: 283 km
Fondo stradale: asfalto

La sezione tra Esquel e Bariloche è probabilmente la parte più turistica della Route 40 da sud.

Bariloche

Il paesaggio comprende fitte foreste e molti laghi. L’unica città degna di nota qui è El Bolsón, un’ex colonia hippie che è diventata una destinazione popolare per la maggior parte dei turisti di Buenos Aires. D’altra parte, 15 San Carlos de Bariloche sul lago Nahuel Huapí è diventata una città con una grande attività turistica, ed è una porta d’accesso al Parco Nazionale Nahuel Huapi, il più visitato del paese.

Route 40 Downtown

Segmento San Carlos de Bariloche-Chos Malal

Distanza: 585 km

Fondo stradale: asfalto

Passando Bariloche, la strada costeggia il lago Nahuel Huapi, quindi prosegue verso San Martín de los Andes, una pittoresca città sul lago Lácar. È una destinazione popolare grazie al suo accesso al Parco Nazionale Lanín.

La prossima grande città è Zapala (40.000 abitanti), situata tra colline di sabbia. Intorno a Chos Mahal la strada si avvicina di nuovo alle Ande. A parte alcuni edifici storici, Chos Mahal non è una città spettacolare ma è un buon punto di accesso alle montagne.

Segmento di Chos Malal-Malargüe
A sud di Malargüe
Distanza: 334 km
Fondo stradale: fino al confine con l’asfalto di Mendoza, poi strade asfaltate fino a Malargüe.

Dopo Chos Malal c’è di nuovo un tratto più solitario e in alcuni tratti la strada è in cattive condizioni. Il paesaggio vulcanico e steppico è poco frequentato dai turisti ma ha alcune cose che vale la pena vedere come il vulcano Tromen. Gli unici luoghi abitati qui sono le due piccole città di Ranquil e Barrancas. Poi segue la città di Malargüe con una buona selezione di alloggi.


Segmento di Malargüe-Mendoza
Distanza: 350 km.

Fondo stradale: asfalto fino a El Sosneado, sterrato fino a Pareditas (meglio utilizzare il percorso alternativo), seguito da asfalto, da Ugarteche sulla superstrada a quattro corsie.

Mendoza

Dopo San Rafael ci sono alcuni paesaggi tipici di Cuyo, comprese le steppe intervallate da oasi verdi e popolate. Dopo Tunuyán, quando le strade si trasformano in un’autostrada a quattro corsie, è un segno che stai per raggiungere Mendoza. Mendoza è il centro della viticoltura argentina e, con un milione di abitanti, la quarta area metropolitana più grande del paese. È anche un punto di partenza per escursioni su alcune delle montagne più alte delle Ande, tra cui l’Aconcagua.

Segmento di Mendoza-San Juan
Distanza: 165 km
Fondo stradale: asfalto.

Questo tratto relativamente breve tra due grandi città è in buone condizioni, ma il traffico è intenso. L’unico spettacolo degno di nota qui è il deserto sabbioso vicino a Lavalle, l’unico deserto del genere in Sud America. San Juan è una città oasi e un importante centro agricolo.

San Giovanni

Segmento di San Juan-Chilecito
San José de Jáchal
Distanza: 409 km
Fondo stradale: asfalto.

Lasciando l’oasi di San Juan, la strada attraversa un paesaggio arido e aspro. 130 km a nord del capoluogo di provincia si trova la seconda oasi più grande della valle di Jáchal con la città di San José de Jáchal. L’autostrada aggira questa città di 20.000 abitanti.

Villa Unión, nella provincia di La Rioja, è la prossima città importante e punto di accesso a Talampaya. Quindi seguiamo la Cuesta de Miranda, dove il sentiero passa accanto a uno spettacolare burrone. Dopo alcune frazioni minori si giunge a Chilecito, la città più grande all’estremità settentrionale del percorso e un po ‘più turistica. Nella zona circostante sono presenti diverse attrazioni: antichi borghi, formazioni rocciose e una delle ferrovie di montagna più alte del mondo, che però è stata chiusa.

Talampaya deviazione

Fuori strada c’è il Parco Nazionale di Talampaya con interessanti formazioni rocciose e scavi paleontologici. Per arrivarci, uscire a Villa Unión e viaggiare per circa 70 km a sud fino a Puerta de Talampaya. Per esplorare in profondità il parco è necessario partecipare a una visita guidata; in alta stagione questi tour sono solitamente esauriti.

Talampaya


Segmento Chilecito-Belén

Distanza: 218 km
Fondo stradale: asfalto.

A nord di Chilecito la strada attraversa la valle tra la Sierra de Velazco e la Sierra de Famatina, una delle zone più alte delle Ande con alcune montagne che raggiungono i 6.000 m di altezza.

Nel nord della provincia di La Rioja, la valle diventa l’altopiano di Campo de Belén. All’estremità settentrionale di questo altopiano si trova Londra, la seconda città più antica dell’Argentina (dopo Santiago del Estero). Questa città molto tranquilla e verde ha due città, ma purtroppo rimangono pochi edifici storici. Pochi chilometri più a nord si trova Belén con una migliore selezione di alloggi.

Itinerario 40 nord

Segmento Betlemme-Santa María del Yocavil
Distanza: 172 km
Fondo stradale: asfalto.

Avanti: alcuni paesaggi emozionanti. Subito dopo Betlemme la strada attraversa una gola e poi la valle si allarga di nuovo. Un posto che vale la pena fermarsi è Hualfín, una città circondata da pareti di roccia rossa.

La strada sale a 2.200 m sul livello del mare e scende nella valle del Calchaquí, uno dei momenti salienti del viaggio. Quando inizi a vedere i centri abitati, ci sono circa 15 km fino a 32 Santa María del Yocavil, la città più grande della valle. Santa María offre un ambiente spettacolare (quasi senza edifici storici) e ci sono molti siti archeologici in giro per la città.

Segmento Santa María del Yocavil-Cachi
Quebrada de las Flechas
Vedi anche: Valli di Calchaquí
Distanza: 235 km
Fondo stradale: asfalto fino a San Carlos, poi ghiaia (ghiaia) fino a Cachi.

Dopo Santa María arriva la parte più famosa della Valle del Calchaquí, una valle d’alta quota tra 1.700 e 2.000 m sul livello del mare. Ci sono tante cose da vedere in pochi chilometri. Una deviazione utile è l’Amaicha del Valle, una comunità di nativi americani di 4.000 residenti con un grande museo di cultura locale. Pochi chilometri più a nord si trovano le rovine di Quilmes, probabilmente il sito precolombiano meglio conservato in Argentina.

Cafayate è il centro turistico della regione e anche un centro per la viticoltura. Anche lo scoglio della Quebrada de Cafayate merita una piccola deviazione.

Dopo Cafayate la strada diventa più solitaria. Ci sono diverse piccole città con un’architettura coloniale conservata come San Carlos e Molinos. La prossima città più grande, Cachi, è il centro della parte settentrionale della valle. Cachi ha un centro ben conservato e ci sono diversi posti dove dormire.

Sebbene la strada per Cachi sia percorribile in un’auto più piccola, è relativamente impegnativa e può presentare diverse deviazioni su fango, sabbia e ghiaia (ghiaia) senza livellamento.

Segmento Cachi-San Antonio de los Cobres
Abra del Acay
Distanza: 145 km (oltre l’Abra del Acay), percorso alternativo 100 km più lungo
Fondo stradale: asfalto fino a La Poma, da lì una strada sterrata (ghiaia) da difficile a schiacciante

Dopo Cachi arriva la sezione più difficile della via. Nei pressi di La Poma la strada inizia a salire attraverso la valle. Dopo questo il percorso diventa notevolmente più ripido. Si consiglia un fuoristrada e la strada può diventare impraticabile sia in estate (a causa della pioggia) che in inverno (a causa del ghiaccio e della neve).

Abra del Acay

La strada si snoda in salita fino ad Abra del Acay, a 4.972 m sul livello del mare, il valico più alto dell’Argentina e uno dei più alti del mondo (ce ne sono altri più in alto nell’Himalaya). Da lì, il sentiero di discesa migliora e conduce alla città mineraria di San Antonio de los Cobres. Città abbastanza povera, è il principale insediamento nella parte occidentale di Salta.

Salta deviazione / alternative ad Abra del Acay

Ci sono due modi per aggirare l’Abra del Acay. Entrambi i percorsi sono circa 100 km più lunghi del passo attraverso il passo di montagna. Attraverserai il capoluogo della provincia di Salta, con mezzo milione di abitanti e uno dei centri coloniali antichi meglio conservati dell’Argentina.

Segmento di San Antonio de los Cobres-La Quiaca
Distanza: 380 km
Strada: strada di cattiva qualità per Susques, meglio ghiaia (ghiaia) fino a Santa Catalina, poi asfalto

I 13 migliori luoghi di interesse sulla Route 40

Scegliere le migliori attrazioni e destinazioni lungo la Route 40, in Argentina, non è un compito facile perché ci sono molti siti, monumenti naturali e culturali, monumenti storici, paesaggi incredibili ed eventi culturali lungo il suo percorso tortuoso.

Di seguito elenchiamo le “Tredici Migliori Attrazioni” della Route 40 che consideriamo uniche e che vale la pena visitare. Sono elencati da nord a sud.

Attrazione # 1: Cusi Cusi

La “Valle di Marte”
Provincia di Jujuy
Una valle multicolore dai toni ocra, rosso, rosa, bianco e grigio, situata sul Plateau de la Puna nella provincia di Jujuy.

È anche conosciuta come “Valle de la Luna 2” (poiché la valle numero 1 è Ischigualasto a San Juan). La Valle di Cusi Cusi si trova ad un’altitudine di 3.800 m – 12.460 piedi su un tratto di ghiaia (ghiaia) della Route 40 tra Susques e La Quiaca.

Cusi Cusi Jujuy

Attrazione n. 2: Salinas Grandes
Salinas nella Puna
Jujuy e Salta

Le “Salinas Grandes” (che significa “Salinas Grandes”) si estendono per 212 km2 negli altopiani della Puna a 3.450 metri di altezza.

Salinas Grandes

La vasta superficie di sale bianco contrasta con il cielo blu intenso. È un lago temporaneo quando piove e il sale viene raccolto con metodi tradizionali. Si trova al confine tra le province di Jujuy e Salta e la “vecchia” Route 40 corre lungo la sua sponda meridionale e orientale. La National Route 52, asfaltata, la attraversa e collega Susques e Purmamarca.

Attrazione n. 3: Abra del Acay

Il punto più alto della Route 40
Saltare

L’Abra del Acay è il passo più alto su un’autostrada nazionale nel mondo e il passo autostradale più alto al di fuori dell’Asia: si trova a 16.050 piedi. (4.895 m) sul livello del mare.

Situata nella Cordillera del Nevado del Acay de los Andes, è una difficile strada di montagna tra le città di San Antonio de los Cobres e Cachi.

 Abra del Acay

Attrazione n. 4: Quebrada de las Flechas

Incredibili formazioni rocciose nella valle del fiume Calchaquí
Saltare

Un paesaggio lunare nel cuore delle Valli di Calchaquí. Strani strati inclinati di roccia color cenere sporgono fino a 150 piedi sopra il terreno circostante.
Il suo nome significa “Barranco de las Flechas”, dove le “frecce” sono le lastre di roccia taglienti e angolari.
Fanno parte dell’area protetta, il Monumento Naturale di Angastaco.

Quebrada de las Flechas

Attrazione n. 5: Shinkal de Quimivil

Rovine preispaniche
Catamarca
Lo Shinkal (o Shincal) è un monumento storico nazionale che conserva le rovine Inca.

Copre quasi 50 acri di quella che una volta era una capitale provinciale dell’Impero Inca. Sul sito sono presenti più di 100 edifici, inclusa una “piramide”.
Si trova alla periferia della City of London (Londra), fuori dalla Route 40.

Lo Shinkal

Attrazione n. 6: Cuesta de Miranda

La Rioja
La Cuesta de Miranda, è una sezione della Route 40 famosa per la sua pericolosità: una stretta strada a una corsia che si snoda attraverso il canyon del fiume Miranda. Attraversa un divario tra le montagne Famatina alte 19.000 piedi e la Cordillera de Sañogasta.

Ora è una strada asfaltata ed è sicura e facile da guidare. Si trova tra le città di Chilecito e Villa Unión nella provincia di La Rioja e la sua altezza massima è di 6,690 piedi. (2.040 m) sul livello del mare.

Cuesta de Miranda

Attrazione # 7: Talampaya e Ischigualasto

Parchi nazionali e provinciali e un patrimonio mondiale dell’UNESCO
La Rioja e San Juan
Entrambi i parchi fanno parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO, il Parco Nazionale di Talampaya si trova nella provincia di La Rioja, ed è vicino al Parco Provinciale di Ischigualasto nella provincia di San Juan.

Talampaya

Sono noti per le loro formazioni rocciose, i fossili di dinosauro, l’arte rupestre preispanica e i loro animali e piante nativi. Puoi andare dalla Route 40 a Jáchal, Huaco o Villa Unión.

Attrazione n. 8: El Payén
Riserva Provinciale La Payunia
Mendoza

El Payén o Payunia, è una regione vulcanica con grandi colate laviche, rocce basaltiche e vulcani.

Ha una media di 2,75 vulcani per 10 miglia quadrate e contesta con la penisola siberiana di Kamchakta per il titolo di “maggior parte dei vulcani in una data area” in tutto il mondo.
Le sue colate e i campi di lava sono tra i più grandi del Sud America.

 Il Payén Mendoza

Attrazione # 9: Itinerario dei Sette Laghi

Route 40 nelle foreste della Patagonia e nella regione dei laghi
Neuquén e Río Negro
La Strada 40 tra le città di Bariloche, Río Negro e San Martín de los Andes a Neuquén è conosciuta come la “Strada dei Sette Laghi”.

Itinerario dei Sette Laghi

Il suo nome significa “La Strada dei Sette Laghi”, è completamente asfaltata e attraversa due Parchi Nazionali, nelle foreste andine e costeggia oggi più di sette laghi.
L’autostrada è allineata sulle Ande, con i suoi pendii boscosi, un’area incontaminata protetta dai parchi nazionali Nahuel Huapi e Lanín.

Attrazione # 10: La Grotta delle Mani
Uno dei più importanti distaccamenti paleolitici del mondo
Santa Cruz

La Grotta delle Mani

Dichiarate patrimonio storico dell’umanità dall’UNESCO, le grotte delle mani offrono un viaggio nel passato per comprendere la vita degli indiani della Patagonia.

Attrazione n. 11: Foresta pietrificata La Leona

La foresta pietrificata più vicina al turismo
Santa Cruz
A soli 100 chilometri prima di raggiungere El Calafate si trova la foresta pietrificata più facilmente accessibile.

Foresta pietrificata La Leona

Attrazione # 12: Ghiacciaio Perito Moreno

Il ghiacciaio più famoso della Patagonia
Santa Cruz

Il ghiacciaio Perito Moreno è unico in quanto non retrocede, ma avanza, sbarrando il Lago Argentino, scoppiando periodicamente in una spettacolare rottura della diga di ghiaccio quando la pressione dell’acqua del lago la rompe.

Ghiacciaio Perito Moreno

Si trova nel Parco Nazionale Los Glaciares, patrimonio mondiale dell’UNESCO, vicino alla città di El Calafate.

Attrazione # 13: Torres del Paine

La deviazione più importante della Route 40
Chile
Il Parco Nazionale Torres del Paine è forse la deviazione più importante dalla Route 40.
Le sue torri di granito, i suoi bellissimi laghi e ghiacciai ne fanno una tappa obbligata.

Torres del Paine

Suggerimenti per guidare in Patagonia

La stragrande maggioranza degli incidenti su strade a basso traffico deriva da un falso apprezzamento delle difficoltà. Rallenta prima di raggiungere il tratto di strada che il terreno o qualsiasi altro fattore ti oscura. Su strade sterrate, non fare affidamento su sezioni di bell’aspetto: guida su una superficie con aderenza minima. Su asfalto fare attenzione alle volte e agli scarichi laterali. Fai attenzione al vento, ma anche quando passa un veicolo che ti ripara (Camion) sentirai che il tuo veicolo 4×4 tende ad avvicinarsi al Camion.
Qualcuno, pensando di circolare da solo nel mondo, può improvvisamente apparire da quel luogo che non vedi completamente. Tieni la mano ogni volta che la visibilità è limitata per qualsiasi motivo.
Ridurre la velocità quasi completamente quando si attraversa un altro. Ciò ti garantisce il controllo della tua auto ed elimina quasi la probabilità di danni al parabrezza e ad altri vetri.
Se devi superare un veicolo più lento, stai il più lontano possibile da esso. Fai sentire la tua presenza. Attenzione alla polvere e alle pietre.

In ranch o strade provinciali.
Non uscire da esso. Seguire i binari con i segnali stradali più recenti. Alcuni luoghi possono essere ingannevoli e non così fermi come sembrano.
Se il tuo viaggio include una sezione molto isolata, porta i sacchi a pelo nel tuo bagaglio. Una stufa, dell’acqua e del cibo a bordo possono fare molto se sei costretto a passare la notte nei campi.
Ma se ti capita di trovarti su una strada bagnata, resta nella parte centrale, più alta dell’arco, che è la più compattata dal traffico. L’argilla è scivolosa; cercate di non scendere nelle grondaie, che generalmente sono molto morbide. Su strade sterrate, mantieni la traccia, se la distanza del tuo veicolo lo consente. E se rimani, non forzare il tuo veicolo; quelli che passeranno gli daranno tutto l’aiuto disponibile per lui.
Se devi guadare un corso d’acqua, riconoscilo prima a piedi con la massima cura. Una forte corrente sopra la metà della coscia è pericolosa e l’acqua è sempre molto fredda. Se decidi di utilizzare il tuo verricello, stai lontano dalla fune metallica.
Controlla il carburante e le coperture prima di lasciare le aree popolate e tieni il serbatoio pieno quando possibile.
Ricordati di chiudere i cancelli (Porte Estancia) e non circolare inutilmente sui campi. Aiuta a mantenere pulite le strade e i sentieri, trasportando i tuoi rifiuti alla prossima Estancia o città.
Nel Patagonia Gli australiani sono preziosi e rari. Sii cortese durante il viaggio. Se vedi qualcuno che chiede aiuto, che potrebbe rivelarsi solo un messaggio, fermati.
Ogni volta che fai rapporto sul carburante, controlla lo stato delle strade alle stazioni di servizio, sono quelle che ne sanno di più. Se c’è un ritardo nel tuo itinerario, puoi avvisare l’Estancia via radio dalle stazioni di servizio del tuo ritardo.
Animali come Pecore, Guanachi e Choiques di solito sono sciolti sulle strade, non fidarti, questi animali sono bruti e reagiscono inaspettatamente prima che si avvicini al tuo veicolo e possono attraversare, è meglio rallentare finché non puoi interpretare la direzione dell’animale.

I Choiques (struzzi) e i Guanachi tendono a correre in direzione opposta rispetto alla strada, le pecore sono più goffe ad avere il veicolo quasi completamente se trovano bestiame sciolto sulla strada.
Le strade in Patagonia mancano di curve, i rettilinei diventano infiniti, ma può causare una certa noia al guidatore, ancora una volta non fidarti, mantieni la tua attenzione.
El Ripio è una superficie insidiosa, è facile uscire dai binari.
In caso di uscita di strada (Spin), non azionare con forza il freno, al contrario, azionare leggermente i freni e con l’aiuto dell’acceleratore cercare di stabilizzare il veicolo.

Queste misure non hanno lo scopo di spaventare i conducenti, ma semplicemente di impedire la movimentazione su questa superficie, che manca di difficoltà tecniche per i veicoli 4×4.

{ "slotId": "5935165452", "unitType": "responsive", "pubId": "pub-8367890711374043", "resize": "auto" }