Torres del Paine

Trekking e tanto altro nel Parco Torres del Paine

Inicio » Patagonia » Torres del Paine

Las Torres del Paine è un parco nazionale nella Patagonia cilena. Si trova nella parte meridionale delle Ande e ha montagne, laghi e ghiacciai.

Le Torres del Paine, tre immense torri di granito, danno il nome al parco.

{ "slotId": "4586656274", "unitType": "responsive", "pubId": "pub-8367890711374043", "resize": "auto" }

Altre attrazioni includono Cuernos del Paine, Ghiacciaio Grey, Lago Grey, Lago Pehoé, Lago Nordenskjöld e Lago Sarmiento.

Come sono state create le Torres del Paine

Le torri sono resti erosi di una regione sollevata dal movimento sismico di quest’area milioni di anni fa.

Sul lato sud di Torres del Paine, i materiali sovrapposti sono stati completamente erosi, lasciando solo diverse torri di granito alte e arrotondate: queste sono le vere e proprie torri del parco.

Torres del Paine

Sul lato nord rimangono alcuni dei materiali originari che, avendo pendenza e colore differenti, formano le punte delle “corna” viste nell’immagine sopra. A volte, nel lontano passato, l’area era ampiamente ghiacciata; alcuni ghiacciai rimangono sul lato est del sollevamento (a sinistra nell’immagine) e formano iceberg che scorrono a una certa distanza nel grande e panoramico Lago Pehoé.

Storia del Parco Torres del Paine

Secondo gli studi paleontologici effettuati nella zona, il parco era abitato circa 12.000 anni fa dagli indiani Tehuelche.

Gli indiani Tehuelche, discendenti dei Paleo-indiani, diedero al Massiccio il nome di Paine, che nella loro lingua significava “blu”.

Lady Florence Dixie, nel suo libro pubblicato nel 1880, diede una delle prime descrizioni della zona e si riferì alle tre torri come agli Aghi di Cleopatra. A lei e al suo gruppo viene talvolta attribuito il merito di essere stati i primi “turisti stranieri” a visitare la zona ora chiamata Parco Nazionale Torres del Paine.

Diversi scienziati ed esploratori europei hanno visitato l’area nei decenni successivi, tra cui Otto Nordenskiöld, Carl Skottsberg e Alberto María de Agostini.

Il parco è stato istituito nel 1959 come Parco Nazionale del Turismo del Lago Grey e ha ricevuto il suo nome attuale come Parco Nazionale Torres del Paine nel 1970.

Nel 1976 l’alpinista britannico John Gardner e due ranger del parco Torres del Paine, Pepe Alarcón e Oscar Guineo, furono i pionieri del Circuito che circola nel massiccio del Paine.

Nel 1977, Guido Monzino donò 12.000 ettari (30.000 acri) al governo cileno quando furono stabiliti i suoi confini finali. Il parco è stato designato Riserva mondiale della biosfera dall’UNESCO nel 1978.

Incendi boschivi nel Parco Nazionale Torres del Paine

Nel 1985 un turista ha appiccato un incendio che ha bruciato circa 150 km2 del parco. L’incendio ha colpito le aree a est e sud intorno al lago Pehoé.

Nel febbraio 2005, un incendio accidentale scoppiato da un backpacker ceco, durato una decina di giorni, ha distrutto 155 km2 del parco, inclusi circa 2 km² di foresta nativa. Il governo ceco ha offerto aiuto dopo l’incendio e ha donato un milione di dollari agli sforzi di riforestazione.

Tra la fine di dicembre 2011 e il gennaio 2012, un altro incendio attribuito a un viaggiatore con zaino e sacco a pelo israeliano ha bruciato circa 176 km2 della riserva, distruggendo circa 36 km² di foresta nativa e colpendo la maggior parte delle aree intorno al lago Pehoé e le aree occidentali circostanti dal Lago Sarmiento, ma lontano dalla Cordillera del Paine, fulcro del parco.

Il governo israeliano ha inviato esperti di rimboschimento nell’area e si è impegnato a donare alberi per ripiantare le aree colpite.

Tuttavia, recenti studi paleoambientali condotti all’interno del parco indicano che il fuoco è stato un fenomeno frequente per almeno gli ultimi 12.800 anni.

Il paesaggio unico di Torres del Paine

Accanto allo stupefacente massiccio del Paine e alle sue splendide vette, laghi blu, sentieri che si snodano attraverso foreste color smeraldo, fiumi fragorosi da attraversare su ponti traballanti e ghiacciai blu raggianti, per non parlare dell’ampia apertura della steppa sul terreno montuoso. aspro sormontato da vette incombenti.

Torres del Paine

Flora e fauna di Torres del Paine

La fauna comprende abbondanti guanachi, fenicotteri, puma, nandù, volpi grigie e condor andini.

Fauna di Torres del Paine

Tempo a Torres del Paine

Secondo la classificazione climatica di Köppen, il parco si trova nel “clima temperato di pioggia fredda senza stagione secca”. Le condizioni meteorologiche del parco sono variabili a causa della complessa orografia. Ma sii preparato per il clima rigido. Anche il vento e il sole forte sono problemi, e il tempo può attraversare quattro stagioni complete nel corso di una giornata, come dicono i locali.

Temperature

La zona è caratterizzata da estati fresche, con temperature inferiori ai 16 ° C (61 ° F) durante il mese più caldo (gennaio). L’inverno è relativamente freddo, con una temperatura media alta a luglio di 5 ° C (41 ° F) e una minima media di -3 ° C (27 ° F)[17] .

Precipitazione

I mesi più piovosi sono marzo e aprile, con una media mensile di 80 mm di pioggia. Ciò rappresenta il doppio delle precipitazioni in luglio-ottobre (inverno), che sono i mesi più secchi. È stato condotto uno studio sulle esatte componenti chimiche delle precipitazioni nel parco.

Come arrivare a Torres del Paine

In macchina

Avvertenza: la stazione di servizio garantita 1 più vicina è a Puerto Natales.

Ci sono quattro ingressi principali (porterías) al parco.

1 Laguna Amarga – L’ingresso principale del parco, situato più vicino al complesso Las Torres.

2 Lago Sarmiento – L’ingresso meno visitato, situato vicino alla riva del Lago Sarmiento.

3 Laguna Blu – È l’ingresso più settentrionale del parco, utilizzato principalmente da chi noleggia cavalli per i sentieri situati nelle vicinanze.

4 Serrano – Il percorso più diretto per Puerto Natales (circa 90 chilometri, 1,5 ore, solo parzialmente asfaltato) e il più vicino all’edificio amministrativo e al centro visitatori.

È anche possibile entrare nel parco dalla Route Y-180 / Portería Laguna Verde. Il sentiero però finisce qui ed è possibile entrare nel parco solo a piedi oa cavallo. Questo biglietto è più un’opzione per coloro che rientrano nel parco con un pass a pagamento, poiché i biglietti non vengono addebitati a Laguna Verde.

Torres del Paine

Raggiungere Torres del Paine in autobus

Gli autobus partono ogni giorno da Puerto Natales (due ore), il principale collegamento con la civiltà. Tutti i normali autobus passano per la Laguna Amarga, dove l’ingresso è a pagamento e vengono consegnate le mappe ufficiali Conaf, prima di proseguire per Pudeto, punto di partenza del catamarano per Paine Grande. A Pudeto, coloro che desiderano continuare verso l’edificio amministrativo / centro visitatori cambieranno in un autobus diverso, indipendentemente dalla compagnia di autobus.

Le seguenti compagnie di autobus a Puerto Natales effettuano due viaggi giornalieri al parco in alta stagione e seguono tutte lo stesso orario. Tieni presente che tutti gli autobus partono dal terminal degli autobus di Puerto Natales.

I biglietti possono essere acquistati presso il terminal degli autobus o agli indirizzi sotto indicati. I biglietti possono includere un ritorno aperto, quindi fai attenzione a non buttare via la matrice del biglietto di ritorno.

Autobus Pacheco, Eleuterio Ramírez 224, +56 61 41480.

Autobus Fernández, Armando Sanhueza 745, +56 61 242313.

Autobus Gómez, Arturo Prat 234, +56 61 415700.

Autobus María José, Av. Spagna 1455, +56 61 2 410951.

JBA Patagonia, Arturo Prat 258, +56 61 410242, [1].

In bassa stagione (aprile e settembre) c’è solo una partenza e un ritorno giornalieri (7:30 partenza da Puerto Natales e 13:00 ritorno dall’edificio amministrativo) e gli autobus pubblici non funzionano in bassa stagione (maggio -Agosto). È conveniente confermare in anticipo con le compagnie di autobus.

Escursione da Calafate a Torres del Paine

Non ci sono autobus diretti dal parco a El Calafate ma molti tour operator li offrono, in particolare Chalten Travel. Pertanto, è possibile andare direttamente da El Calafate al parco e persino tornare lo stesso giorno.

Tasse e permessi per entrare nel parco Torres del Paine

In alta stagione (da ottobre ad aprile) viene addebitato un biglietto d’ingresso di 21.000 pesos cileni per gli stranieri e di 6.000 pesos cileni per cittadini e residenti.

Mappa del Parco Nazionale Torres del Paine

Lo stato dei sentieri è consultabile nel report giornaliero sul sito ufficiale del parco. I principali sentieri delle zone basse sono generalmente aperti tutto l’anno.

Tuttavia, la parte posteriore del Circuito del Massif Paine (tra Laguna Amarga e Refugio Grey, in senso antiorario) è chiusa in inverno (maggio-ottobre) per l’assenza di ranger del parco e la difficoltà del terreno.

Parti del W trek (la valle francese, il belvedere Base de las Torres, per esempio) sono regolarmente chiuse in inverno a causa dell’accumulo di neve, anche se non c’è neve in altri settori del parco. Si consiglia di controllare il sito Web per le informazioni più aggiornate.

Mappa del Parco Nazionale Torres del Paine

In generale, la maggior parte dei visitatori del parco accede ai sentieri principali (che includono il trekking “W” e il circuito del Massiccio del Paine) in catamarano da Pudeto a Paine Grande oa piedi / con trasferimento all’Hotel Las Torres da La ingresso alla Laguna Amarga.

Il catamarano Hielos Patagónicos corre tra Pudeto e il rifugio Paine Grande. I biglietti di andata e ritorno costano rispettivamente 18.000 e 28.000 pesos cileni, il trasporto di zaini e bagagli ha un costo aggiuntivo di 4.000 pesos cileni e non deve superare i 50 chilogrammi. Da Laguna Amarga, un furgone circola da e per l’Hotel Las Torres quattro volte al giorno per collegare Las Torres con la linea principale degli autobus. Il prezzo è di 3.000 $ CLP a tratta. La navetta parte in genere alle 14:00 per consentire ai passeggeri di tornare sui loro autobus alle 14:30 per tornare a Puerto Natales. I viaggiatori con lo zaino possono aspettare al Rifugio Centrale e mangiare un pranzo caldo o rilassarsi mentre aspettano.

Il Gray II corre tra l’Hostería Lago Grey e il Refugio Grey e deve essere prenotato in anticipo (CLP $ 55.000).

Cosa vedere nel Parco Nazionale Torres del Paine

Sebbene sia possibile seguire i sentieri ben segnalati del parco senza assistenza, l’esperienza è notevolmente migliorata partecipando a una visita guidata. La guida indicherà e nominerà la flora e la fauna lungo il percorso, oltre a fare deviazioni laterali verso punti di interesse che il viaggiatore occasionale potrebbe perdere o semplicemente ignorare.

Il più grande vantaggio di fare un tour è che tutta l’attrezzatura, come tende, sacchi a pelo, materassini, ramponi per camminare sul ghiaccio e trasporto bagagli, sono fornite dalle compagnie turistiche.

I tour più lunghi all’interno del parco hanno generalmente una durata compresa tra cinque e sette giorni. Seguendo il famoso itinerario di trekking “W”, e comprendente una crociera sul fiume Serrano o lungo uno dei fiordi.

A seconda del tour, la sistemazione è prevista in tende (o in campi a pagamento con tutti i servizi, comprese le docce calde, o in campi Conaf gratuiti con latrine a fossa), nei rifugi del parco sopra menzionati , o in remoti rifugi o locande di montagna.

Altre attività che vengono offerte all’interno del Parco Torres del Paine sono le visite guidate sono la pesca a mosca, la canoa attraverso i fiordi e canali o le escursioni sul ghiaccio. .

Torres del Paine

Sistemazione in Torres del Paine

Nell’ottobre 2016 il parco ha attuato un regolamento che prevede la prenotazione di alloggi nei campi e rifugi CONAF, sia privati che pubblici. Questo non è affatto necessario per entrare nel parco, ma i ranger controlleranno le tue prenotazioni mentre passi attraverso i posti dei ranger tra i campeggi e richiederanno una prenotazione.

Puoi prenotare gratuitamente i campeggi CONAF sul sito ufficiale del Parco Torres del Paine.

Alberghi e alberghi

Ci sono diversi alloggi, dai posti più semplici a quelli spettacolari per dormire.

Tieni presente che devi effettuare la prenotazione con largo anticipo per ottenere un posto.

Campeggio all’interno del Parco Torres del Paine

Ci sono diversi campeggi. Il campeggio vicino a un rifugio costa $ 6.000 CLP o 10.000 CLP. Gli altri campeggi CONAF (chiamati camps) sono gratuiti ma è necessario prenotare in anticipo. Tutti i campi hanno almeno i servizi sanitari di base (portate la vostra carta igienica) ei rifugi hanno docce calde. I viaggiatori sono teoricamente limitati a campeggiare solo una notte in ogni campo CONAF, ma questo sembra essere relativamente poco impegnativo.

Torres del Paine

Campeggio libero

L’escursionismo e il campeggio al di fuori delle aree designate sono vietati e, se scoperti, comporteranno l’espulsione immediata dal parco.

Dintorni di Torres del Paine

{ "slotId": "5935165452", "unitType": "responsive", "pubId": "pub-8367890711374043", "resize": "auto" }